Notice: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE in /var/www/vhosts/dietamediterraneaintavola.it/httpdocs/wp-content/plugins/newstatpress/newstatpress.php on line 969 SimplyMed – Prodotti della Dieta Mediterranea | Benefici Alimenti

Olio Extravergine di Oliva

L’Olio di Oliva Extravergine, alimento principe della Dieta Mediterranea, è il condimento da preferire in assoluto sia crudo, sia per cucinare. Viene ottenuto dalla spremitura meccanica delle olive: quando “pizzica” ed è un po’ amarognolo, è di buona qualità. È un alimento salutare: grazie all’elevato contenuto di acido oleico, protegge cuore e arterie, rallenta l’invecchiamento cerebrale, previene l’arteriosclerosi. Inoltre, abbassa il livello del colesterolo LDL (cattivo) ed innalza quello HDL (buono).

POMODORO

Il Pomodoro è uno degli alimenti protagonisti della Dieta Mediterranea. È ricco di vitamina C, Betacarotene e potassio; contiene vitamine B ed E, acido folico, ferro, fosforo e calcio. Sono, inoltre, presenti sostanze antiossidanti come lo zolfo e il licopene. Grazie al sapore acidulo, il pomodoro stimola le secrezioni dell’apparato digerente e favorisce la buona assimilazione del cibo ingerito.

ZUCCHINA

Le Zucchine, alimento della Dieta Mediterranea, gustoso e versatile, sono molto povere di calorie. Contengono potassio, molte vitamine A, C, E, carotenoidi e acido folico. Hanno un’azione lassativa, antinfiammatoria, diuretica e disintossicante.

AGLIO

Tra gli alimenti della Dieta Mediterranea, l’Aglio è considerato un cibo farmaco, specialmente da crudo. I composti solforati contenuti nell’aglio sono responsabili della formazione del tipico odore, in particolare l’allicina. L’aglio sprigiona il suo odore caratteristico ogni volta che viene “danneggiato”, per esempio durante la masticazione, il taglio, oppure la spremitura; questo è il motivo per cui gli spicchi interi non hanno odore. È ricco di sostanze minerali ed oligominerali, quali magnesio, calcio, fosforo, iodio e ferro, zinco, manganese, selenio, vitamina C (solo nell’aglio fresco), provitamina A, vitamine B1-B2-PP e sostanze ormono-simili ed enzimi (lisozima e perossidasi). È un regolatore della pressione arteriosa, riduce il rischio di sclerosi delle arterie, previene la formazione di trombi, regolarizza il tasso di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

VINO ROSSO

Per la salute può essere vantaggioso consumare ogni tanto una piccola quantità di Vino Rosso, ad esempio un bicchiere a pranzo e uno a cena; il vino contiene, infatti, elementi antiossidanti capaci di combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e di altre malattie. In particolare l’assunzione moderata del Vino Rosso rende meno probabile l’infarto cardiaco. I polifenoli del Vino sono le stesse sostanze che si trovano nella buccia dell’uva, sebbene la loro presenza dipenda dalla tecnica di vinificazione: infatti il contatto più o meno prolungato del mosto con le bucce determina il contenuto polifenolico nel mosto e, quindi, nel vino influenzandone notevolmente il profumo, il gusto e le proprietà antibatteriche e antiossidanti.

CIPOLLA

Posto centrale spetta alla Cipolla sulla tavola Mediterranea. La Cipolla, come tutti gli alimenti della Dieta Mediterranea è un ricco contenitore di salute. Ha una forte componente antiossidante con conseguente attività antitumorale. Esistono in natura svariate varietà di cipolle che si distinguono per il gusto, il colore e la forma del bulbo. La differenza tra la cipolla rossa e quella bianca consiste nelle sostanze cosiddette aromatiche che la rossa contiene in maggiori quantità; dal punto di vista nutrizionale non vi sono invece grandi differenze.

LIMONE

Il Limone ha proprietà depurative disintossicanti dell’organismo e la sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino quando si è ancora digiuni, aiuta a regolarizzare l’intestino. Secondo recenti studi americani, se assunto regolarmente, il Limone avrebbe proprietà antitumorali a livello preventivo, soprattutto per quanto riguarda pancreas, stomaco e intestino. E’ molto consigliato contro nausea, diarrea e soprattutto per chi ha necessità di irrobustire le difese immunitarie; il suo succo fresco ha la proprietà di prevenire l’arteriosclerosi, ha benefici sul fegato, sul pancreas e sul sangue, favorendone la fluidità. Il potere antiossidante della vitamina C contenuta nel Limone contribuisce a bloccare i radicali liberi del nostro organismo rallentando, quindi, l’invecchiamento cellulare.

MELANZANA

Grazie al loro alto contenuto di acqua, le Melanzane sono considerate un alimento depurativo per l’organismo; la buona presenza di potassio e di altri minerali conferiscono loro, proprietà rimineralizzanti e ricostituenti. Le Melanzane contengono alcune sostanze amare (presenti anche nelle foglie dei carciofi) che contribuiscono a stimolare la produzione di bile, abbassare il tasso di colesterolo “cattivo” nel sangue, ed hanno inoltre, moderate proprietà lassative.

ASPARAGI

Gli Asparagi, di origini antichissime, sono un alimento prezioso della Dieta mediterranea, hanno notevoli proprietà diuretiche e contengono poche calorie. Si distinguono tre colori: verdi (più ricchi di sostanze benefiche), bianchi e violetti. Hanno un alto contenuto di calcio, fosforo, magnesio e potassio, sono poveri di sodio e ricchi di acido folico. Contengono antociani, a spiccata azione antiossidante.

CAROTE

Nella Dieta Mediterranea, la Carota è tra gli ortaggi uno dei più apprezzati. Oltre a donare colore alle pietanze, ha molte proprietà nutritive. È molto ricca di caroteni, sostanze che l’organismo utilizza per la produzione di vitamina A, importante per le diverse funzioni dell’organismo (particolarmente per la funzione visiva). Contiene vitamina B, C, PP, D e E, nonché sali minerali e zuccheri semplici come il glucosio. Per questo motivo il suo consumo favorisce un aumento delle difese dell’organismo contro le malattie infettive. Le carote sono degli ottimi alleati dell’intestino: il loro succo è un grande equilibratore della flora intestinale e trova impiego nelle infezioni e tossinfezioni di questo organo, nelle convalescenze, dopo un’assunzione prolungata di antibiotici o farmaci chimici.

FAGIOLI

I Fagioli, nella Dieta Mediterranea ricoprono  un ruolo molto importante. Dal punto di vista nutrizionale, è un alimento completo: contengono le vitamine A, B, C ed E; sono ricchi di sali minerali (ferro, potassio, fosforo, zinco e calcio) e la lecitina. Questo fosfolipide favorisce l’emulsione dei grassi che, in tal modo, non si accumulano nel sangue a beneficio della colesterolemia. I Fagioli sono, quindi, protettivi dell’apparato cardiocircolatorio e utili nel controllo della pressione arteriosa. Tra le diverse proprietà non bisogna dimenticare la presenza di glucodrine, capaci di ridurre la glicemia, e l’alto contenuto in fibre.

BASILICO

Il Basilico è un’erba aromatica fra le più conosciute della gastronomia Mediterranea. Il nome deriva dal greco “Basilikòs”, che significa “regale”, ad indicare che questa era già considerata nell’antichità come la “regina delle erbe”. Ha proprietà antisettiche, eupeptiche (facilitanti la digestione), espettoranti, diuretiche e vasoattive. Contiene elevate concentrazioni di oli essenziali ad uso aromaterapico. Recenti indagini hanno evidenziato una correlazione inversa tra il consumo di erbe aromatiche (come il basilico, il prezzemolo, il rosmarino, l’alloro), molto usate nella Dieta Mediterranea, ed il possibile sviluppo di tumori.

PESCHE

Le Pesche, gradevoli frutti estivi della Dieta Mediterranea, hanno un buon contenuto di vitamine A e C, sono lassative e diuretiche. Svolgono un’azione depurativa che si manifesta con l’incremento della funzionalità dei reni e dell’intestino. È uno dei frutti meglio tollerati dallo stomaco, consigliata persino nelle alterazioni della funzione digestiva. È particolarmente indicata per chi soffre di disturbi artritici e gottosi.

ACCIUGHE

La Dieta Mediterranea suggerisce di prediligere il pesce rispetto alla carne. Le Acciughe, o Alici, appartengono alla categoria del pesce azzurro. Come tutto il pesce azzurro sono ricche di Omega 3, proteine, riboflavina, niacina, calcio, ferro, fosforo e selenio. L’AIRC sostiene che gli acidi grassi Omega 3 potrebbero ridurre non solo il rischio di incidenza di alcune tipologie tumorali ma anche la capacità delle cellule maligne di dar luogo a metastasi.

BROCCOLI

Nella Dieta Mediterranea si consiglia un consumo giornaliero di Verdura e Ortaggi, tra cui i broccoli, appartenenti alla famiglia delle Cruciferae. Oltre al gradevole e gustoso sapore, hanno pochissime calorie. Sono ricchi di sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio), vitamine (C, B1 e B2), fibra alimentare, tiossazolidoni, sostanze che si sono dimostrate particolarmente efficaci nella cura della tiroide. I broccoli, come tutti i vegetali, combattono la ritenzione idrica,  hanno anche un potere antianemico, diuretico, depurativo, vermifugo. Sono indicati nei casi di stitichezza cronica per l’enorme ricchezza di fibre vegetali.

FICHI

I Fichi, sia freschi che secchi, rappresentano uno degli alimenti più caratteristici della Dieta Mediterranea. La discreta presenza di vitamina A, in abbinamento al potassio, al ferro ed al calcio, risulta avere proprietà benefiche. Un’altra proprietà nota dei Fichi è quella lassativa dovuta principalmente alla presenza di fibre e mucillagini. Hanno, poi, un alto contenuto di zuccheri facilmente assimilabili e, per questo motivo, rappresentano una fonte di energia prontamente utilizzabile dal nostro organismo.

CETRIOLO

Il Cetriolo, ingrediente principe delle insalate estive, è un alimento base della Dieta Mediterranea. I Cetrioli sono ortaggi appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae. Contrastano la ritenzione idrica e i gonfiori. Composti per il 96% da acqua, contengono fibre, sali minerali e vitamine, e contengono pochissime calorie. Dal punto di vista della digestione non sono ben tollerati da tutti, in particolare i bambini.

ANGURIA

Il frutto estivo per eccellenza della Dieta Mediterranea è l’Anguria (o Cocomero o melone d’acqua), grazie alle sole 20 calorie per 100 gr e al suo alto potere dissetante e depurativo. È ricca di licopene e Betacarotene. L’Anguria ha grandi proprietà diuretiche essendo composta principalmente da acqua, circa il 94%. Non tutti sanno che l’Anguria contiene dei salicilati naturali che si usano in campo farmaceutico per la preparazione di medicine, prima fra tutte l’aspirina. Attenzione, quindi, alle persone allergiche a questi tipi di farmaci. I semi hanno marcate proprietà lassative.

RADICCHIO ROSSO

Il Radicchio ha proprietà depurative e, grazie all’alto contenuto di acqua, la presenza di fibre e principi amari, favorisce la digestione ed il buon funzionamento dell’intestino. Il calcio ed il ferro presenti nel Radicchio Rosso sono in grado di favorire il metabolismo delle ossa rendendole più forti; gli antociani presenti nel radicchio rosso hanno proprietà preventive nei confronti delle malattie cardiovascolari mentre il triptofano apporta benefici al sistema nervoso contrastando i disturbi legati all’insonnia. Affinché si possa attingere a tutte le proprietà salutari del radicchio rosso è bene ricordare che questo ortaggio deve essere consumato fresco.

UVA BIANCA

L’Uva è parte integrante della tradizionale Dieta Mediterranea. Contiene poca vitamina C, quantità minime di proteine e grassi, è ricca di potassio e povera di sodio. Ha effetti diuretici, depurativi e spiccate proprietà antivirali, grazie all’acido tannico e al fenolo, in grado di contrastare il virus dell’Herpes simplex (applicazioni di succo d’uva o di mosto sulle labbra affette da herpes ne velocizzano la guarigione). È consigliabile mangiare i semi contenuti nell’uva: infatti sono qui contenuti degli acidi che possono combattere alcune malattie tumorali ed il colesterolo. Mangiando il chicco senza sbucciarlo possiamo ottenere le vitamine A e K ed altre sostanze aromatiche, coloranti e i tannini. Nell’Uva si ritrovano anche ottime quantità di minerali: tra questi spicca il boro che agevola l’assorbimento del calcio nelle ossa e aiuta a prevenire l’osteoporosi.

Lenticchie

Nella Dieta Mediterranea le Lenticchie hanno un ruolo importante, come tutti i legumi, sono ricche di proteine vegetali e, per questo motivo, rappresentano una valida alternativa agli alimenti di origine animale che contengono invece colesterolo. Il buon contenuto di fibre alimentari contribuisce a regolarizzare l’attività dell’intestino e a tenere sotto controllo il tasso di colesterolo nel sangue. Grazie allo scarso contenuto in grassi insaturi sono utili nella prevenzione di alcune patologie cardiovascolari.

Origano

L’Origano è, tra le erbe aromatiche Mediterranee, sicuramente quello più diffuso ed utilizzato. Contiene non solo zuccheri, grassi e proteine ma anche tante vitamine, minerali e fibre, tutti elementi essenziali per l’organismo. La ricchezza di calcio, potassio, magnesio e ferro, nonché la presenza di una quantità notevole di vitamina A, B ed E, gli riconoscono effetti medicamentosi eccezionali.

Ceci

Nella Dieta Mediterranea, i Ceci, come gli altri legumi ricoprono un ruolo molto importante. Hanno la proprietà di abbassare i livelli di “colesterolo cattivo” nel sangue e, quindi, proteggono il cuore. Le motivazioni di questi effetti benefici sono da ricondursi alla presenza, in questi legumi, di magnesio e di folato. L’abbondanza di magnesio nei ceci, invece, apporta benefici alla circolazione sanguigna. I Ceci contengono anche acidi grassi insaturi, i meglio noti Omega 3, che hanno la proprietà di abbassare i trigliceridi e soprattutto sono in grado di apportare benefici al ritmo cardiaco evitando così l’insorgere di aritmie al cuore. Degna di nota la presenza di fibre alimentari che regolano le funzioni del nostro intestino e, contemporaneamente, contribuiscono a mantenere equilibrati i livelli di glucosio nel sangue.

Castagne

Le Castagne ricoprono un ruolo molto importante nella Dieta alimentare Mediterranea. Sono ricche di carboidrati complessi e sono il frutto di un albero caratteristico dei boschi di mezza montagna. Per secoli hanno rappresentato la principale fonte alimentare delle popolazioni montane durante l’autunno e l’inverno, dette per questo anche “il pane dei poveri”. Molto nutrienti e digeribili, i loro zuccheri sono facilmente assimilabili. Molto buone per anemia, stanchezza psicofisica, inappetenza, magrezza. Sono controindicate per chi soffre di diabete, obesità, acne, malattie del fegato, aerofagia, colite.

Top